Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRA – «L’Amministrazione comunale di Mira si è piegata ai poteri forti sulla gestione dei rifiuti». Dura presa di posizione del consigliere comunale Mattia Donadel, capogruppo di Mira Fuori dal Comune, all’approvazione in Consiglio comunale a Mira della convenzione sui Consigli di Bacino proposta dalla Regione. «Una convenzione che toglie al Comune la possibilità di decidere sulle modalità di raccolta dei rifiuti e sulla tariffazione – afferma Donadel – Il primo risultato è che Mira può dire addio al piano per la raccolta dei rifiuti “porta a porta” appena presentata da Veritas dopo due anni di ritardi. Ma la partita dei consigli di bacino va ben oltre perché sta dentro al processo di fusione delle municipalizzate e della privatizzazione dei servizi pubblici locali. Mira aveva una grande occasione per aprire una forte battaglia politica su questo – dichiara Donadel – ma ha rinunciato clamorosamente. Per parte nostra non ci arrendiamo e annunciamo fin da ora l’intenzione di fare ricorso al Tar».

(L.Gia.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui