Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Presentato l’orario invernale di Trenitalia: confermate anche le Frecce che partono dal Veneto

VENEZIA – Ieri, a Roma, l’ad Vincenzo Soprano ha presentato il nuovo orario invernale di Trenitalia, che entrerà in vigore domenica 14 dicembre e terminerà il 13 giugno 2015. Diciamo subito che per il Veneto non cambierà nulla. Né per i treni a lunga percorrenza, né per quelli regionali.

Come si prevedeva, la metropolitana di superficie, che corre da Padova a Mestre e che nell’orario attuale scade il 23 dicembre, è stata prorogata sino a giugno ed è rimasto inalterato anche l’orario di partenza da Padova Stazione Est, ai minuti 49, con dieci corse al giorno ed altrettante al ritorno.

Per quanto riguarda, poi, tutti gli altri regionali, stessa quantità di treni e stessi orari sia sui locali ad andamento lento, con fermate in tutte le stazioni, sia sui regionali veloci delle linee Venezia-Padova -Verona; Venezia- Padova- Rovigo- Bologna; Venezia-Castelfranco-Bassano del Grappa; Venezia- Portogruaro; VeneziaTreviso-Udine; Padova- Castelfranco-Belluno. Nessuna novità anche per le Frecce che partono ed arrivano nel Veneto.

Le Frecce Argento per Roma, via Padova e Bologna, restano in tutto 36 (18 più 18), con gli orari invariati (si va a Roma dalla laguna in tre ore e mezza), mentre le Frecce Bianche per Milano e Torino Porta Susa e Nuova restano sempre 44, ma con alcune fermate a Milano Rho Fiera nel periodo in cui sarà aperta l’Expo 2105. Leggere novità, invece, per le Frecce che partono da Bolzano e vanno a Roma via Trento, Rovereto, Verona e Bologna. Il viaggio attuale dura 4 ore e 25 minuti. Dal 14 dicembre si guadagneranno 8 minuti.

L’ad Soprano, infine, ha dato anche altre notizie generali che interessano il Veneto. Saranno messi in circolazioni 210 nuovi treni regionali, distribuiti su tutta la penisola e saranno rimesse in servizio 1.100 carrozze ristrutturate.

Due: il contratto tra Regione e Trenitalia scadrà, effettivamente, il 31 dicembre 2014. Sono necessari 12 mesi per preparare il nuovo bando, mentre per il cambio d’appalto (sempre se non vinceranno la gara le Fs) ci sarà bisogno di un periodo che andrà da 24 a 36 mesi. Biglietti ed abbonamenti: anche nel Veneto, previo accordo, naturalmente, con la Regione, nei prossimi anni sarà istituita una nuova Tpl smart card multiservizi, che potrà essere utilizzata anche come carta bancaria.

Felice Paduano

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui