Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

L’INDAGINE ANNUALE

MONTEBELLUNA – Treni in ritardo e sovraffollati. “Trenitardo – La banca del tempo perduto” boccia la linea cittadina. Questa settimana si conclude infatti il monitoraggio annuale del servizio ferroviario regionale veneto, condotta dal gruppo che ha in Davide Quagliotto, consigliere comunale di Montebelluna nuova, uno dei fondatori.

«Nella nostra raccolta dati -spiega Quagliotto- è stata data molta importanza alle tratte che interessano la stazione di Montebelluna, soprattutto sulla direttrice Belluno-Padova. Quest’ultima infatti risultava essere fra le 10 peggiori d’Italia nel rapporto stilato da Legambiente nel 2013».

E la situazione non sembra essere affatto cambiata. «Gli utenti del montebellunese -aggiunge- continuano a subire ritardi di almeno 5 minuti un treno ogni tre negli orari di punta e viaggiano in carrozze sovraffollate 4 giorni feriali la settimana. I ritardi hanno conseguenze anche sul traffico urbano, perché si ripercuotono sui tempi di attesa ai passaggi a livello. I disagi dei pendolari quindi sono legati a quelli degli automobilisti».

Tutti i dati relativi a ritardi, sovraffollamento, pulizia e problemi, verranno illustrati alla Regione Veneto. «Il progetto di cui sono uno degli ideatori -aggiunge- nasce come piattaforma online (www.trenitardo.org, pagina Facebook con 7700 “mi piace”) ma si sviluppa anche attraverso percorsi comuni con altri comitati veneti».

(l.bon)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui