Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO «I toni entusiastici con cui il direttore generale dell’Asl 13 Gino Gumirato ha annunciato il parere favorevole della Crite sugli investimenti da fare negli ospedali dell’Asl 13 stridono non poco con la decisione del consiglio regionale». A dirlo è Pietrangelo Pettenò, consigliere regionale della Federazione della Sinistra, che ricorda che martedì il consiglio regionale ha approvato alla unanimità una mozione che impegna la giunta regionale a intervenire alla direzione generale dell’Asl 13 affinché siano sospesi i provvedimenti relativi all’atto aziendale, prevedendo una gestione di ospedale di rete in due sedi, Mirano e Dolo.

«La decisione del Consiglio», prosegue Pettenò, «di fatto ha affossato la concezione che lo stesso direttore generale ha dell’Asl 13. Giova ricordare che la Crite ha unicamente ascoltato le proposte dell’Asl 13 e che comunque ogni decisione in merito dovrà essere adottata dalla giunta che dovrà attenersi alla suddetta mozione».

Anche il Pd, tramite il responsabile sanità Gabriele Scaramuzza, chiede che il piano investimenti per l’Asl 13 tenga conto delle scelte del consiglio regionale. «Diversamente ci troveremmo di fronte a una pericolosa distonia».

Giacomo Piran

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui