Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

La sinistra contro il “monarca” Gumirato

DOLO – Ancora commenti e critiche al direttore generale all’Asl 13 dopo le decisioni del Crite regionale della scorsa settimana. Il responsabile sanità del Pd provinciale, Gabriele Scaramuzza, si augura che «il Piano investimenti dell’Asl 13 si adegui alle scelte fatte dal Consiglio regionale del Veneto. Nessuna scelta unilaterale del Direttore generale perché quello del Crite è solo un parere consultivo e tocca alla Giunta regionale del Veneto approvare in via definitiva il piano degli investimenti in Azienda. Alla stessa Giunta si chiede di essere coerente con l’indirizzo votato all’unanimità del Consiglio regionale che ha tenuto conto delle valutazioni fatte dalla Conferenza dei sindaci oltre un anno fa».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche le parole del consigliere regionale della Federazione sinistra Veneta Pietrangelo Pettenò: «Gumirato ascolti le istituzioni e i cittadini e la smetta di fare di testa sua». Il consigliere osserva che «i toni entusiastici con cui il direttore generale dell’Asl 13 Gino Gumirato ha annunciato il parere favorevole della Commissione regionale sugli investimenti da fare stridono non poco con la decisioni del Consiglio regionale di martedì che, di fatto, hanno affossato la concezione che lo stesso dg ha del modo di intendere il proprio ruolo, forse più vicino ad un monarca poco illuminato che a un servitore degli interessi di tutti i cittadini. Il Consiglio regionale – prosegue Pettenò – ha approvato all’unanimità una mozione che impegna la Giunta ad intervenire presso la direzione dell’Asl 13 affinché siano sospesi i provvedimenti relativi all’atto aziendale, ciò nonostante Gumirato prosegue a spron battuto nella sua opera di smantellamento dei servizi».

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui