Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

NOALE – La sindaca Andreotti chiede chiarezza alla Regione sul futuro dell’ospedale: «I servizi vanno rafforzati»

«L’aggiunta di altri 4 milioni di euro ai progetti per gli ospedali di Dolo e Mirano è sicuramente una buona notizia». Il sindaco di Noale Patrizia Andreotti commenta positivamente le scelte che ha fatto la giunta regionale nell’ultima seduta dell’anno ma contemporaneamente si pone molte domande.

«Tuttavia la giunta stessa non ha ancora risposto alle molteplici sollecitazioni poste in questi mesi come ad esempio non è chiaro – si chiede il sindaco Andreotti – se gli stanziamenti previsti riguardino solo il trasferimento degli uffici direzionali a Noale o anche come chiedo il rinnovo ed il consolidamento dei servizi esistenti sul territorio di cui usufruiscono tutto i comuni circostanti».

Il primo cittadino di Noale si dice sicuro che è intenzione dell’attuale direzione dell’Ulss confermare e rafforzare i servizi attualmente presenti nel monoblocco di Noale quali i servizi di riabilitazione, Day Hospital geriatrico, con circa 850 pazienti ed altri servizi altrimenti «che ne sarà delle migliaia di cittadini di tutta la zona che usufruiscono di tali servizi? – si chiede la Andreotti – Bene che i 40 posti dell’ospedale di comunità siano stati assegnati alla Città di Noale ma la giunta regionale rispetterà la recente mozione del consiglio regionale che indica quale naturale collocazione dei posti letto l’ospedale civile? Tra i fondi stanziati c’è anche questa operazione?».

Giovedi prossimo Silvano Checchin presidente della conferenza dei sindaci sarà in audizione presso la commissione regionale che si occupa di sanità per avere risposte e prospettive certe su quanto in previsione per la sanità nel territorio miranese.

(l.bor.)

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui