Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Chiusura d’anno con livelli elevati di ozono e biossido di azoto sia a Dolo che a Sambruson. A certificarlo sono le centraline per la rilevazione della qualità dell’aria del Comune di Dolo, posizionate davanti al municipio in via Cairoli a Dolo e in via Mattei a Sambruson.

I dati, pubblicati nel sito del Comune dolese, sono aggiornati al 22 dicembre e mostrano alcuni livelli oltre i limiti.

Nel 2014 ci sono stati a Dolo 45 superamenti della massima media giornaliera mobile su 8 ore di ozono mentre a Sambruson sono stati ben 49 quando invece il livello limite è fissato a 25 superamenti l’anno.

Per quel che riguarda il biossido di azoto, valore limite della media su anno civile pari a 40 microgrammi per metro cubo, a Dolo è stato rilevato un livello di 49,1 mentre a Sambruson il dato emerso dalle rilevazioni è 49,6.

Rispetto ai dati di fine novembre l’aumento, misurato in microgrammi per metro cubo, è stato di 3,4 a Dolo e di 2,6 a Sambruson.

Migliori i dati delle rilevazioni del Pm10 che a Dolo hanno visto 25 sforamenti della massima media giornaliera mentre a Sambruson sono stati 29 contro i 35 massimi previsti dalla normativa.

(g.pir.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui