Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Oriago. Ha chiuso una storica attivita’.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

9

gen

2015

Piccolo commercio in crisi anche la “Tosca” si arrende

Il negozio di ortofrutticoli aveva alle spalle 52 anni di impegno

MIRA – Dopo cinquantadue anni di attività, ha chiuso i battenti a inizio 2015 il negozio di frutta e verdura “Dalla Tosca”, storica e conosciutissima attività commerciale collocata in prossimità della chiesa Santa Maria Maddalena in pieno centro a Oriago.

I proprietari hanno voluto salutare i propri affezionati clienti, ringraziandoli per la lunga fedeltà, con un cartello affisso sulla porta d’entrata. La notizia della chiusura ha fatto ben presto il giro del paese e si è subito diffusa anche nei principali social network.

Sono stati molti i cittadini che hanno voluto raccontare episodi, soprattutto della propria giovinezza, collegati a questo storico negozio, dando vita a una sorta di amarcord virtuale. Da chi ha ricordato con nostalgia la “Tosca” come luogo privilegiato per l’acquisto delle caramelle e dei dolcetti all’uscita dalla scuola delle suore, a chi ne ha sottolineato l’importanza negli anni della crescita economica del paese.

Non è mancato anche chi ha voluto lanciare un allarme inerente l’attualità: «Al di là delle motivazioni che hanno spinto la “Tosca” a chiudere, non è incoraggiante vedere che un numero sempre maggiore di piccoli negozi chiude i battenti, basta pensare alla gloriosa attività dei Morelli a Dolo, che chiude dopo più di un secolo».

E qualcuno puntualizza: «I grandi centri commerciali stanno decretando la fine della piccola imprenditoria. Occorrerebbe che i cittadini delle frazioni riscoprissero il chiosco sotto casa, altrimenti l’economia dei piccoli centri è destinata a soffocare».

Andrea Penso

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui