Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

L’ex consigliere provinciale Pellizzer: «Sul sito del ministero dell’Ambiente non sono ancora state pubblicate quelle riguardanti le zone archeologiche»

TESSERA – Osservazioni al Masterplan di Save per lo sviluppo dell’aeroporto Marco Polo, all’appello mancano ancora le osservazioni di Regione, Provincia di Venezia e del Ministero dei Beni e Attività culturali sulle questioni archeologiche che interessano il sedime dell’aeroporto. La preoccupazione viene evidenziata da Lionello Pellizzer, ex consigliere provinciale del Partito Democratico e che ha collaborato alla stesura delle osservazioni presentate dal suo partito, tra le tante inviate alla commissione Via (Valutazione di impatto ambientale) nazionale del Ministero dell’Ambiente, assieme ad altri comitati, associazioni del territorio, enti locali come il Comune di Venezia, il sito Unesco e quello di Marcon.

«Sul sito del Ministero dell’Ambiente dedicato alla valutazione, le osservazioni del Ministero dei Beni culturali ancora non appaiono. Salvo errore mancano anche le osservazioni di due importanti enti quali la Provincia di Venezia e la Regione. Speriamo si tratti solo di un ritardo», spiega l’ex consigliere. Da verifiche svolte, presso gli uffici del settore Ambiente della Provincia, ente che sta in queste settimane portando a termine decine di pratiche prima del passaggio alla Città metropolitana, ci viene spiegato che le osservazioni stanno per essere inviate alla commissione Via nazionale. È vero che il termine era fissato al 1° dicembre 2014 ma agli enti locali è stato concesso tempo fino all’avvio dell’esame della commissione nazionale, quindi, stando alle rassicurazioni degli uffici, Provincia e Regione Veneto entro la prossima settimana dovrebbero spedire a Roma le loro osservazioni.

Nulla si sa di certo, invece, al momento, sulla relazione del Ministero dei Beni culturali, un parere che, ricorda Pellizzer, è importante: «Il sito aeroportuale giace su un’area di grande importanza archeologica, come peraltro ben evidenziato dal documento “Verifica preliminare dell’Interesse Archeologico” presentato da Enac in sede di Via, e le opere del Masterplan possono determinare un impatto rilevante sulle preesistenze archeologiche, come ad esempio il tracciato della vecchia via Annia». Pellizzer ha chiesto lumi alla direzione regionale e scritto anche all’ufficio stampa del Ministero. Ma, ammette, «al momento non ho ricevuto nessun riscontro».

Mitia Chiarin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui