Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

“Complanarina” sbloccata, accordo tra Cav e Veneto Strade

MARTELLAGO – Sarà firmata ai primi di febbraio la convenzione che sblocca la “complanarina”: l’ultimo tassello che manca della nuova viabilità del casello di Martellago-Scorzè sarà finanziato da Anas-Cav e realizzato da Veneto Strade.

La bretellina di collegamento tra la Moglianese e la barriera era stata concordata nel protocollo d’intesa sulla viabilità di adduzione siglato nel febbraio 2012 dall’allora commissario al Passante, Silvano Vernizzi, e dai due Comuni, che la reputano essenziale, ma era stata aggiunta in extremis, a progetto del casello e relativo iter espropriativo già avviati. Per la complanarina, che pure comporterà degli espropri, si è reso pertanto necessaria una procedura a parte, che però si era arenata per problemi vari al Ministero delle Infrastrutture. Al punto che si temeva potesse “saltare” tutto. Decisivi, per sbloccarla, il pressing dei due sindaci, Monica Barbiero e Giovanni Battista Mestriner, e l’intervento di Veneto Strade.

La convenzione tra Anas, Cav, Veneto Strade e i due Comuni, che sarà approvata a fine mese dai due consigli comunali e poi firmata, prevede che la nuova arteria venga finanziata da Anas-Cav nell’ambito del quadro economico del Passante: costerà 5 milioni 795mila euro. I fondi però saranno “girati” a Veneto Strade, che si occuperà di redigere la progettazione esecutiva e di realizzare la nuova strada, che avrà la titolarità di stazione appaltante per l’assegnazione dei lavori, per i quali sarà bandita una gara ad hoc, e che alla fine, con ogni probabilità, la prenderà anche in carico: quello della gestione e manutenzione è l’unico nodo dell’accordo ancora da sciogliere in via definitiva.

La bretella partirà dalla rotonda a est del casello, piegherà a nord procedendo parallela e rasente al Passante, al confine tra i territori di Martellago e Cappella di Scorzè, e si collegherà con una rotatoria alla Sp 39 Moglianese. Se tutto procede senza intoppi dovrebbe essere pronta per la seconda parte del 2016, con un anno e mezzo di ritardo sul resto: casello e nuova viabilità già pronta (circonvallazione nord e tangenziale ovest) apriranno per fine febbraio.

Nicola De Rossi

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui