Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Marcon. Svincolo, accessi ancora bloccati.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

20

gen

2015

Marcon. Oggi la consegna, ma tre rampe su quattro restano chiuse al traffico

MARCON – Stamani il Comune di Marcon e la Provincia firmeranno i verbali di consegna delle strade di competenza attorno allo svincolo della tangenziale e poi dovrebbe essere comunicata la data apertura. Sarà una viabilità un po’ monca, però, perché si continuerà a non poter entrare o uscire da tre delle quattro rampe vicine alla zona dei centri commerciali. Una storia di burocrazia tutta all’italiana, perché solo venerdì sono arrivati i documenti dopo mesi di attesa. Così il proseguo di via del Vetro e di via Piave, con la relativa rotonda di collegamento passeranno al Comune con la nuova pista ciclabile parallela a via Pialoi, mentre alla Provincia andranno i neonati cavalcavia e l’asse viario di collegamento tra la rotonda in zona commerciale quella in via Pialoi.

A breve, forse è pure una questione di ore, tutto questo pacchetto sarà aperto e gli automobilisti potranno prendere confidenza con il nuovo assetto. Poi rimarrà percorribile la sola rampa di uscita dalla tangenziale di Mestre, che consente di dirigersi verso Marcon grazie alla condivisione della Provincia che se l’è presa in carico in anticipo. Niente uscita a Marcon per chi arriva da Nord, ma non si potrà neanche entrare per la stessa direzione oppure Mestre. E quando questo potrà accadere, nessuno in municipio ancora lo sa. Motivo? Non si sa chi dovrà accollarsi la loro gestione. Nei giorni scorsi, il sindaco Andrea Follini e il segretario locale del Pd Alberto Favaretto si erano sfogati contro queste lungaggini, che stanno creando non pochi problemi ai marconesi. Favaretto aveva puntato il dito soprattutto contro Ministero delle Infrastrutture e Anas che non riescono a trovare una soluzione. E dire che i lavori sono finiti da tempo.

(a.rag.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui