Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Il difensore civico regionale Roberto Pellegrini ha nominato due commissari “ad acta” per l’approvazione del Pati (piano assetto territoriale intercomunale) tra Dolo e Fiesso. Ad essere scelti sono l’avvocato Mariagrazia Romeo che analizzerà gli aspetti giudico-amministrativi, e il dottor Maurizio Dorigo che invece valuterà l’ambito tecnico-urbanistico. I due professionisti avranno tempo 45 giorni per analizzare la documentazione e “licenziare” il Pati. Manca infatti solamente il via libera di Dolo dato che il Pati è già stato approvato lo scorso anno dal comune di Fiesso e dalla Provincia.

Il nuovo piano regolatore del Comune di Dolo, che all’interno prevede anche l’area di Veneto City, era stato iniziato dalla giunta del sindaco Antonio Gaspari (Pd) e poi completato da quella di Maddalena Gottardo. Negli ultimi due anni il Pati è stato al centro dello scontro politico tra maggioranza e opposizione con quest’ultima che ha sempre osteggiato il progetto criticando tra l’altro l’eccessiva volumetria concessa.

Da maggio a ottobre dello scorso anno, per ben quattro volte, si è assistito in Consiglio al rinvio della discussione del Pati: prima per l’inaccessibilità di alcuni documenti nel sito internet del Comune, poi per la mancanza nella documentazione di due emendamenti presentati da Giovanni Fattoretto (Lega Nord) e infine per la mancanza del numero legale dovuta all’assenza di sei consiglieri (tre di maggioranza e tre di minoranza) che non hanno potuto partecipare al voto per presunte incompatibilità e per la conseguente assenza “politica” degli altri consiglieri di opposizione. Questo ha portato il sindaco, come previsto dalla legge, a chiedere ed ottenere la nomina del commissario “ad acta”.

Giacomo Piran

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui