Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRANO – Era stato uno dei cavalli di battaglia di Maria Rosa Pavanello in campagna elettorale: due anni e mezzo dopo, la rete wi-fi è finalmente disponibile nel centro di Mirano. Il primo passo era stato compiuto due anni fa con l’installazione del wi-fi nella piazzetta della biblioteca; ora il progetto si amplia sbarcando nella piazza dei negozi. Durante l’estate l’amministrazione aveva incaricato una ditta specializzata di collocare le apparecchiature per coprire l’intera sede comunale, i tecnici avevano poi installato due hotspot sulle facciate esterne del municipio. I collaudi sono stati completati, ora la rete gratuita “Mirano wi-fi” arriva in viale Rimembranze, in via XX Settembre e in piazza Martiri fino alle fontane. Il costo complessivo del progetto si aggira sui diecimila euro.

Alla rete si accederà liberamente con la password consegnata in biblioteca al momento della registrazione, gli utenti già registrati potranno utilizzare le vecchie credenziali. Per accedere è sufficiente selezionare sul proprio smartphone, sul tablet o sul pc la rete “Mirano WiFi”: basterà poi aprire qualunque pagina web per essere indirizzati sulla pagina di attivazione del servizio. A questo punto si sceglierà se accedere al servizio attraverso il proprio account Facebook oppure ricevendo un sms. L’accesso sarà gratuito e aperto a tutti 24 ore su 24: non ci sono limiti alla durata della connessione, ma il sistema prevede che essa venga interrotta dopo venti minuti di inattività. Il Comune informa che per qualunque informazione o problema sarà possibile scrivere alla casella miranowifi@comune.mirano.ve.it.

«Con questo nuovo servizio – spiega il sindaco Maria Rosa Pavanello – prosegue la progressiva digitalizzazione del Comune, un obiettivo che riteniamo fondamentale per consentire una più ampia partecipazione alla vita pubblica. Quest’innovazione, inoltre, rappresenta un passo in avanti anche in chiave turistica». Il pensiero va ad Expo Venezia e alle iniziative previste durante l’estate a Mirano.

Gabriele Pipia

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui