Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Stra “Villa Pisani penalizzata dai tagli”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

10

feb

2015

STRA – Denuncia dell’associazione ambientalista padovana

“Anima critica”: «La rimozione dei rifiuti ormai è una rarità»

STRA – «La linearità insulsa e assurda dei tagli della spending review colpisce, anzitutto, i luoghi storici d’arte, dove vengono a mancare, in modo cronico e sistematico, i fondi ordinari per la manutenzione regolare degli spazi museali nel territorio».

È quanto sostiene il portavoce dell’associazione ambientalista padovana “Anima critica” in merito alla mancanza di pulizia attorno a Villa Pisani.

«La situazione documenta efficacemente, purtroppo, il degrado sotto le mura di cinta di Villa Pisani – ribadisce Massimo Camporese. – Immondizie sparse a terra ovunque in più punti, dall’inizio del parcheggio e lungo il percorso sotto la famosa cinta muraria, “scoasse” fuoriuscite dai cestini in ferro che non vengono più svuotati in modo regolare, e che i teppisti di turno e di passaggio si divertono a prendere a calci».

Camporese fa notare che «la rimozione dei rifiuti ormai viene “inquadrata” in un contesto di manutenzione straordinaria, cioè a chiamata, cosi pure per ciò che riguarda anche tutti i lavori di giardinaggio: non sono più le ditte incaricate che possono intervenire regolarmente per i lavori sul verde e sull’asporto e rimozione rifiuti (che dovrebbero essere una prassi normale e consolidata).

E così – conclude Camporese – dobbiamo subire l’onta della vergogna di vedere il nostro patrimonio storico culturale delle ville venete, deturpato e ferito al cuore, sommerso dai rifiuti. Una condizione inaccettabile! È indispensabile un rapido ripristino dei servizi di ordinaria manutenzione di Villa Pisani, non vogliamo che i turisti ci ridano dietro perché diamo l’impressione di non saper gestire i nostri musei. È una vergogna che deve finire rapidamente».

L.Per.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui