Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Primo dibattito a tre in tv per Casson, Pellicani e Molina

Il centrodestra attende. Lega divisa, Ncd alla finestra

«Le grandi navi? Devono restare a Venezia ma senza scavare nuovi canali distruttivi per la laguna. Tutelando l’occupazione ma anche gli aspetti sanitari e ambientali». Le grandi navi secondo Casson.

Un tema, quello delle crociere, che ha appassionato e diviso negli ultimi mesi. E che adesso è uno dei temi caldi della campagna elettorale delle primarie. I tre candidati del centrosinistra si sono affrontati per la prima volta in tv sugli schermi di Antenna Tre. Serio, deciso, abituato alle telecamere Casson, ex pm e senatore del Pd.

Aggressivo e accigliato Jacopo Molina: «Le grandi navi devono andare a Marghera, così si potrà rivitalizzare l’area», dice.

Un po’ emozionato Nicola Pelliecani: «Le grandi navi devono essere allontanate da San Marco, ma va salvaguardata anche la Stazione Marittima».

Sfumature importanti, perché poi sulle navi il programma comune del Pd è abbastanza generico.

Confronti che lasciano un po’ alla volta capire la personalità dei candidati e la loro capacità di convincere.

Campagna che entra nel vivo, quella delle primarie. «Pre-elezione» decisiva per capire chi sarà lo sfidante, negli ultimi 23 anni vincente, del centrodestra e dei Cinquestelle. I primi non hanno ancora deciso. Si aspetta di vedere come finirà la lite tra i leghisti (Salvini e Zaia favorevoli all’alleanza con Berlusconi, Flavio Tosi per un pacchetto di civiche senza Fi e Ncd). E cosa deciderà il Nuovo centrodestra. I nomi che circolano sono quelli di Mattia Malgara, Renato Boraso con la sua civica, Francesca Zaccariotto. Luigi Brugnaro non ci pensa, qualcuno ipotizza che aspetti l’esito delle primarie per decidere. I Cinquestelle candidano il giovane avvocato Davide Scano. Intanto gli unici nell’arena sono i tre moschettieri del centrosinistra.

Alberto Vitucci

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui