Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Dopo l’aumento degli ultimi anni salgono solo Spinea e Santa Maria di Sala

Calano Scorzè e Martellago. Stabile Mirano. La crisi blocca anche gli stranieri

MIRANO – Crescono gli abitanti nel Miranese nel 2014 ma non più come una volta, confermando un andamento già registrato di recente. A far da traino sono Spinea e Santa Maria di Sala, gli altri cinque comuni o sono stabili o addirittura sotto. Scende Martellago dopo le crescite degli ultimi anni. In generale gli stranieri tornano a salire, anche se non dappertutto. Questo quanto emerge dagli uffici Anagrafe dei sette del comprensorio.

I numeri.

Il Miranese continua a crescere ma come un tempo. Nel 2014 il saldo è di 273 unità in più, 141.606 contro i 141.333 dell’anno precedente. Nel 2013, il dato segnava un più 232 abitanti e nel 2012 si era arrivati a una differenza positiva di 378. Si può dire che c’è una certa stabilità. Non a caso i numeri diventano spietati se si guarda a cavallo tra i due decenni: tra il 2010 e il 2011, c’era un più 850, dodici mesi prima 932 e tra il 2008 e il 2009 addirittura 1133.

Chi sale.

Laddove si cresce è Spinea e Santa Maria di Sala, territori dove negli anni scorsi si è sempre avuto un dato positivo. Così, il primo si conferma sempre più leader del Miranese con 27.794 abitanti, con un più 282 rispetto all’anno prima, e Santa Maria di Sala è ancora appetibile, dopo un passaggio a vuoto nel 2013, se è vero che ora il territorio conta in 17.632 anime, più 64 rispetto al 2013. Stabili Mirano con una popolazione di 27.055 (più 8), Noale con 15.965 (più15) e Salzano con 12.778 (più 5).

Chi scende.

Nell’ordine Scorzè e Martellago hanno visto diminuire gli abitanti. Se per il primo è una costante come testimonia l’ultimo triennio, la novità è senza dubbio Martellago, che di recente ha vissuto un boom demografico ma nel 2014 ha perso terreno, scendendo a 21.494 contro i 21.515 registrati dodici mesi prima.

Stranieri.

L’aumento è di 84 unità, che portano la colonia di non italiani a 10.181 contro i 10.097 del 2013 quando c’è stato un calo: nel 2012 erano 10.228. Anche in questo caso, è Spinea a fare la differenza, nettamente avanti rispetto agli altri. Il comune ne conta 2.704, aumentati di 150 in dodici mesi. Leggero saldo positivo anche per Salzano (più 14), Martellago (più 4) e Santa Maria di Sala (più 3). Gli altri, tutti con il segno meno; Mirano ne ha persi addirittura 62, Noale 34 e Scorzè 25. A Spinea, il 9,7 per cento dei residenti è straniero, a Scorzè l’8 per cento e a Noale il 7,26 per cento.

Alessandro Ragazzo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui