Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

ASL 13 – Da mercoledì sufficiente un semplice foglio del medico: tutti i numeri della “rivoluzione”

Gumirato: «Pronti ad affrontare le novità»

Scompare da domani la ricetta rossa: per effettuare gli oltre 4 milioni di esami specialistici dell’Asl 13 all’anno sarà sufficiente un semplice foglio del medico e, in futuro, neppure quello. D’ora in poi con un semplice click al computer il medico curante prescriverà al paziente gli esami di laboratorio e le visite specialistiche sul Fascicolo Sanitario Elettronico regionale sarà tutto registrato e al paziente non resterà che rivolgersi al Cup per fissare l’appuntamento.

Una vera rivoluzione che si pensa che nell’Asl 13 di Dolo e Mirano con un bacino di utenti di circa 250 mila abitanti convengono prescritti ogni anno 4 milioni e 300mila esami specialistici, di cui 3 milioni e 100mila solo di laboratorio mentre ogni anno al Cup, il Centro unificato di prenotazione, vengono effettuate oltre 600mila appuntamenti per visite specialistiche e altro.

La rivoluzione non riguarda solo l’Asl 13 ma tutte le aziende sanitarie del Veneto che sostituiranno la tradizionale ricetta rossa, già superata per quanto riguarda i farmaci, con la digitalizzazione della prescrizione dei farmaci per esami e visite specialistiche.

In pratica da domani tutti i pazienti che necessitano di una prescrizione di visite specialistiche, esami diagnostici e di laboratorio al posto della consueta ricetta rossa riceveranno dal proprio medico di famiglia o pediatra di libera scelta un promemoria stampato su carta bianca, e in futuro neppure quella.

«Il progetto – ha spiegato il direttore generale dell’Asl 13 Gino Gumirato – è stato possibile grazie al lavoro e all’impegno dei nostri operatori con i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta del territorio. Siamo pronti ad affrontare anche i primi disagi che potrebbero sorgere finché il sistema non sarà perfettamente avviato, chiediamo intanto ai nostri utenti pazienza e collaborazione».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui