Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

L’OPERA “MANGIA SOLDI”

E intanto Ca’ Farsetti scuce 24 mila euro per una serie di attività di controllo e di campionature per i giunti saldati del Ponte della Costituzione. Non c’è veramente pace per il “quarto ponte” sul Canal Grande che, consentirà pure il passaggio di migliaia di persone (si dice addirittura 17 mila al giorno) ma che ha visto che in questi giorni la Direzione lavori pubblici del Comune costretta a redigere una determina del dirigente nella quale si stabilisce un’operazione di maquillage del ponte.

La decisione di effettuare questo intervento nasce da una serie di segnalazioni fatte da alcuni tecnici che negli scorsi mesi, ma anche nel corso degli ultimi anni, hanno effettuato interventi e controlli alla struttura realizzata dall’architetto catalano Santiago Calatrava.

Infatti, in base a quanto riportato dal collaudatore statico delle opere, Enzo Siviero nel certificato di collaudo del gennaio 2009 in merito alla durabilità dell’opera, si sottolineava la presenza di forti tensioni residue che favorivano l’innesco di fenomeni di cosiddetta “tensocorrosione”, situazione a dir poco critica per la statica del ponte.

Oltre a questo, manco a dirlo, pure lo stesso Calatrava nel suo progetto esecutivo, non ha mai nascosto la necessità di dare atto, nel tempo, ad azioni di manutenzione periodica del manufatto».

Di certo, va detto, che il Ponte si sta sempre più rivelando un pozzo senza fine per le finanze del Comune che, obtorto collo, è costretto spesso e volentieri ad intervenire per questioni di manutenzione. Una vicenda che arriva a pochi giorni da un’altra denuncia da parte del Gazzettino che solo nei giorni scorsi ha raccontato di come il terreno “si sia alzato” a poca distanza del colonnato del sottoportico che conduce ad un ingresso alternativo alla stazione di Santa Lucia, per la spinta del Ponte della Costituzione in costante assestamento sui lati delle due rive. Così, proprio in questi giorni, il Comune è stato costretto a stabilire un atto ufficiale per una nuova manutenzione che è stata affidata ad una ditta specializzata, la IIS Service srl con sede a Genova, incaricata di procedere agli interventi di manutenzione ordinaria.

P.N.D.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui