Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

NIENTE BALLOTTAGGIO – Il censimento 2011 registrò 14.997 abitanti: per tre unità Dolo non andrà al ballottaggio.

DOLO -Passata la Pasqua, considerata lo spartiacque prima delle grandi decisioni, a Dolo si dovrebbe delineare il quadro delle formazioni che parteciperanno alle elezioni comunali del 31 maggio. Elezioni a turno unico perché, benché il comune conti oltre 15.000 abitanti, si fa riferimento all’ultimo censimento, e quello valido risale al 2011 quando la popolazione risultò essere di 14.997 persone; quindi, per tre sole unità Dolo non andrà al ballottaggio.

Per quanto riguarda le certezze vi sono attualmente due candidature, quella del sindaco uscente Mariamaddalena Gottardo – che però si presenterà con una lista diversa da quella che l’aveva appoggiata cinque anni fa – e quella del Pd che avrà come candidato sindaco Alberto Polo, attuale capogruppo del cartello di opposizione “Per Dolo, Cuore della Riviera”.

Altre liste certe, ma delle quali non si conoscono i candidati sindaci, sono: “Il Ponte del Dolo” che ha comunicato nei giorni scorsi la decisione di Giorgio Gei di non ricandidarsi; la Lega Nord che, dopo l’uscita dei tosiani, si sta ricompattando e cerca un leader carismatico (si fa il nome dell’ex sindaco di Pianiga Antonio Di Luzio); il centrodestra che, dopo aver appoggiato l’attuale sindaco Gottardo nel 2010, ora si ripresenterà ma dovrà individuare un altro nome.

Resta da capire se i tosiani proporranno una propria lista mentre appare certa la presenza del Movimento 5 stelle che dovrebbe puntare sulla giovane Valentina Peruzzo.

Nel 2010 vi erano anche le liste “Borella” e “Barbato”. Il secondo sembra aver abbandonato l’idea di ricandidarsi mentre Enrico Borella potrebbe ritentare.

A fine 2014 vi era stata anche la disponibilità a candidarsi dell’ex consigliere Manuele Gaspari, da allora però, non si hanno più avute notizie.

Mancano quattro settimane alla presentazione di simboli e candidati (il termine è il 2 maggio), e comincia il conto alla rovescia per riuscire a mettere al loro posto tutti i pezzi del puzzle delle liste.

(L.Per)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui