Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Mira. Il sindaco Maniero: «Ma io continuerò la lotta contro il gioco d’azzardo aumentando i paletti»

«Le pressioni per introdurre nuove “macchinette” a Mira sono molte ma noi continuiamo al lotta contro il gioco d’azzardo. La bozza del nuovo decreto spunta le armi dei singoli comuni».

Il sindaco di Mira Alvise Maniero non ha dubbi sulla necessità di contrastare il gioco d’azzardo, a partire delle sempre più diffuse «slot machine», che mettono in ginocchio decine di famiglie anche a Mira e vede crescere i malati di ludopatia. Il contrasto a questo fenomeno è stato oggetto di discussione nell’ultimo consiglio comunale, grazie ad un’interpellanza della consigliera Elisa Boscaro. L’argomento si è concluso con una mozione unanime dell’assemblea contro la bozza di decreto legislativo sul gioco d’azzardo.

«Un favore alle multinazionali del gioco – hanno commentato i consiglieri – che vanifica gli sforzi e i provvedimenti restrittivi adottati finora da Regioni e Comuni».

«Le pressioni, soprattutto da parte dei tabaccai per introdurre nuove macchinette anche a Mira sono continue – ha spiegato il sindaco Maniero. – Noi cerchiamo di arginare il fenomeno aggiungendo sempre maggiori requisitici, ad esempio, la necessità di avere anche servizi per disabili, e di favorire iniziative di sensibilizzazione come il Slot Mob delle associazioni dello scorso novembre. Questa nuova bozza di decreto però non ci piace».

A febbraio Maniero ha firmato un Protocollo d’intesa tra Comuni e Prefettura per contenere la diffusione del gioco d’azzardo.

«Nella bozza – spiegano i consiglieri all’unanimità – si toglie ai Sindaci la possibilità di regolamentare e limitare gli orari di accensione delle slot machine e la possibilità di mappare i luoghi sensibili in cui vietare nuove autorizzazioni all’installazione. Per questo abbiamo impegnato l’Amministrazione a esprimere pubblicamente la ferma contrarietà al decreto così abbozzato, anche pubblicando sul sito comunale la mozione stessa, e a impegnarsi affinché il Governo rafforzi i divieti di pubblicizzazione di ogni tipo di gioco d’azzardo».

«Per assurdo mentre noi contrastiamo la diffusione della ludopatia – commenta Maniero – Totti in prima serata invita a giocare al gioco d’azzardo».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui