Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Ferrovia-Bus “Nel 2017 biglietto unico”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

5

mag

2015

Potenziate le linee Padova-Bassano, Mantova-Monselice, Venezia-Conegliano

Otto nuove corse stradali e sdoppiata la linea notturna fra Venezia e Portogruaro

Treni, un nuovo Vivalto

VENEZIA – A poche settimane dalla chiamata alle urne la Regione riprende in mano la patata bollente del trasporto pendolare: ieri mattina, nel palazzo Grandi Stazioni di Venezia, è stato presentato il nuovo programma del trasporto pubblico veneto, che intende unificare biglietti e tariffe di autobus, treni e vaporetti entro due anni.

Il governatore Luca Zaia, l’assessore Elena Donazzan e l’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano hanno inoltre inaugurato un nuovo treno a due piani «Vivalto», firmato la proroga per la gestione dei servizi al gruppo ferroviario e illustrato le prossime modifiche negli orari regionali.

«Questo è un giorno importante per tutti i pendolari» ha esordito l’assessore Donazzan « il coronamento di un percorso i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti: abbiamo identificato le criticità e siamo subito intervenuti, migliorando i treni, aumentando i posti e le corse. Abbiamo stanziato 52 milioni per due nuovi centri di manutenzione, investito sulle locomotive diesel e reso gratuito il trasporto per le forze dell’ordine e l’esercito, allo scopo di aumentare la sicurezza sui convogli; ora con il biglietto unico siamo al punto di non ritorno per migliorare il trasporto, è stato acquistato il sistema di interoperabilità che consentirà entro 10 mesi di utilizzare una sola tessera per caricare i ticket di autobus, treni e vaporetti ed entro due anni anche le tariffe saranno unificate».

«Non è facile occuparsi di 160mila viaggi al giorno, quanti sono quelli nella tratta veneta» ha fatto eco lo stesso Zaia «ma già con l’orario cadenzato abbiamo ottenuto grandi risultati: oggi i pendolari non devono neanche più guardare i tabelloni, possono raggiungere i binari ad occhi chiusi sapendo già quando passerà la prossima corsa. Adesso vogliamo dare risposte alle esigenze dei lavoratori che magari viaggiano la notte e che rientrano nel dieci per cento dei treni non coperti dal cadenzamento. Sono infine in arrivo 250 carrozze riqualificate e 20 «Vivalto» nuovi di zecca, per avere un parco macchine finalmente adeguato».

Regione e Trenitalia hanno poi comunicato i potenziamenti previsti nelle prossime settimane: due nuovi treni fra Bassano e Padova al sabato mattina (il primo in partenza alle 10.40 dal comune vicentino, il secondo alle 12.16 dal capoluogo patavino); saranno ridotti i tempi di percorrenza dei treni sulla Mantova – Monselice per rendere più agevole l’interscambio con i regionali veloci della Venezia – Bologna, e tutti i regionali veloci della tratta Venezia-Conegliano-Sacile fermeranno a Preganziol, che sarà quindi servita da 83 treni al giorno; i regionali 10000, 10001 e 10005, ora disponibili solo da lunedì a venerdì, circoleranno tutti i giorni, mentre i regionali 5818/9 e 5844/5 partiranno anche di sabato. Dal 14 giugno, infine, i regionali 2876, 2875, 20489, 20490 e il bus VE708 circoleranno anche nel periodo estivo. Sono inoltre state istituite otto nuove corse stradali, è stata sdoppiata e velocizzata la corsa notturna fra Venezia e Portogruaro: uno dei bus collega direttamente, via autostrada, il capoluogo lagunare con San Donà di Piave, per poi proseguire fermando normalmente in tutte le stazioni eccetto Lison.

Giacomo Costa

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui