Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

elezioni a dolo «Basta ingerenze»

DOLO – Terremoto nella Lega Nord della Riviera. Giovanni Fattoretto, segretario di circoscrizione e consigliere comunale di Dolo, esce dal Carroccio e si schiera con Flavio Tosi. A comunicarlo è stato lo stesso Fattoretto ai vertici del partito.

«A seguito dell’espulsione del nostro segretario nazionale Flavio Tosi», scrive Fattoretto, «e in segno di assoluta contrarietà verso l’ingerenza esterna proveniente dalla segreteria federale, comunico le mie dimissioni irrevocabili dalla carica di segretario di circoscrizione della Lega Nord».

Fattoretto non ha digerito l’espulsione di Tosi ed è uscito sbattendo la porta. «Il mio gesto è stato spinto dalla coerenza a non tollerare ingerenze forestiere che, calpestando lo statuto, hanno portato all’espulsione del legittimo segretario Flavio Tosi spaccando la Lega. Oggi vedo una Lega diversa da quando vi entrai, spostata a destra e non verso quel federalismo ispiratore della Liga Veneta».

Ripercussioni sulle prossime elezioni comunali di Dolo. «Non vedrei male una lista civica sostenuta anche dal nuovo partito di Flavio Tosi», dice Fattoretto, «fatta di persone che abbiano veramente a cuore Dolo e le frazioni».

Giacomo Piran

 

I grillini dovrebbero puntare su Peruzzo, il centrodestra al lavoro

DOLO – Cominciano a delinearsi gli schieramenti in vista delle elezioni comunali in programma a fine maggio. Oltre alla lista che fa capo al Pd con candidato Alberto Polo e alla lista, ancora senza nome, del sindaco uscente Maddalena Gottardo, saranno presenti altre due gruppi: il Movimento 5 Cinque Stelle e “Il Ponte del Dolo”.

Il gruppo dei grillini sta lavorando da mesi a programma e lista. Entro la fine di marzo dovrebbe essere tutto ufficializzato ma è certo che il candidato sindaco sarà Valentina Peruzzo, giovane commerciante di Dolo.

Sicura è la presenza de “Il Ponte del Dolo” che, dopo il mancato accordo con il Pd, ha deciso di proseguire da solo come già fatto nel 2010 quando il candidato era Giorgio Gei. La prossima settimana “Il Ponte” dovrebbe decidere il nome del candidato sindaco e le persone da inserire in lista.

Salgono così a quattro le presenze sicure alla prossima tornata elettorale.

Bocce ferme e calma solo apparente nel centrodestra. Di certo ci sono tre schieramenti, oltre a quello del sindaco Gottardo, che sono in movimento da settimane. Si tratta della Lega, del gruppo di assessori e consiglieri di maggioranza che non sosterranno la ricandidatura di Gottardo e Forza Italia.

Nella Lega le acque sono agitate anche dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi di Giovanni Fattoretto, segretario di circoscrizione e consigliere comunale, che non ha digerito l’espulsione di Tosi. Se non ci saranno apparentamenti o unioni si potrebbero presentare sette liste che sarebbe un record assoluto per Dolo.

Giacomo Piran

 

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui