Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARGHERA. «L’ipotesi di dire alle grandi navi di non entrare più a Venezia è un’ipotesi che abbiamo scartato». Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Corrado Clini a Marghera, a margine dell’inaugurazione della mostra sul progetto del Palais Lumiere di Pierre Cardin. «Lo abbiamo detto », ha spiegato Clini , «semplicemente perchè questa non è una soluzione praticabile. Ora abbiamo bisogno però di una risposta, la più rapida possibile per ridurre progressivamente il traffico e per avere un percorso diverso».           Il ministro dell’Ambiente poi ha voluto precisare a giornalisti: «Io sono ovviamente favorevole al loro allontanamento dal bacino San Marco e per questo ho firmato il decreto ma ci vogliono per realizzarlo delle alternative praticabili e realizzabili».            Insomma la questione è ancora allo studio sia del governo che degli enti locali, incalzati a scegliere per uno spostamento dallo stesso stilista Pierre Cardin, che nel suo discorso all’inaugurazione della mostra sul Palais Lumière ha ribadito il suo no, convinto, al passaggio delle grandi navi in bacino San Marco e la richiesta di spostare il polo crocieristico veneziano a Porto Marghera.

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui