Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO. La Rete “No AR”, socia fondatrice dei Cat e che da anni si oppone alla costruzione della Romea Commerciale, cambia nome e diventa “Opzione Zero”.

L’annuncio è stato fatto dal presidente Mattia Donadel e dalle nuove portavoci Rebecca Rovoletto e Lisa Causin: «Il nostro impegno va ben oltre l’opposizione alla Romea Commerciale». Non solo “no” ma anche proposte alternative.

«I dati di traffico vedono nell’attuale Romea 18 mila veicoli al giorno che non sono molti di più di una strada provinciale. Il problema è che il 30% sono mezzi pesanti, per questo puntiamo all’ampliamento della A13 Padova – Bologna e all’obbligo per i camion di percorrere le autostrade».

Varie iniziative in programma. «Presenteremo ricorso al Tar del Lazio appena il Cipe avrà finanziato il progetto preliminare della Romea Commerciale, inoltre ospiteremo la Ecotopia Bike Tour, parteciperemo a “Tera, Tera, Tera” a Mira e accoglieremo una carovana di persone partite da Ferrara con i loro asini». Info: www.opzionezero.org. (g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui