Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Perforazioni in Adriatico. Convegno a novembre.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

21

set

2012

«L’8 e il 9 novembre organizzeremo a Venezia una conferenza su “L’Adriatico e il Mediterraneo europeo” alla quale parteciperà il ministro dell’Ambiente Corrado Clini. Obiettivo dell’incontro il divieto di perforare i nostri mari». È quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna durante la seduta plenaria della Conferenza dei presidenti delle assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome.
Ed ha ancora ricordato Introna: «Il Veneto, la Puglia e l’Abruzzo si sono dotate di leggi inviate in Parlamento. L’Adriatico è uno stagno, il Mediterraneo è poco più di un lago – ha proseguito l’esponente pugliese – un disastro ambientale come quello del Golfo del Messico, costringerebbe milioni di europei a condizioni di invivibilità. Il nostro obiettivo è quello di estendere queste norme a tutte le regioni che si affacciano sul Mare Adriatico e sul Mar Jonio. Ci stiamo impegnando affinché, a Venezia, possano essere ospitate delegazioni di paesi che si affacciano sull’Adriatico come la Croazia, il Montenegro, l’Albania e la Grecia».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui