Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Valdastico, Trento ricorre alla Consulta

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

30

set

2012

IL CASO – Contro il Decreto Cresci Italia che fissa i tempi del progetto. Replica di Zaia: «Un’opera necessaria al Veneto»

TRENTO – Il Consiglio della Provincia autonoma di Trento ha ratificato il ricorso alla Corte Costituzionale promosso dalla giunta provinciale contro la parte del Decreto Cresci Italia che riguarda l’autostrada Valdastico Nord, oltre che le Comunità di valle e le grandi derivazioni idroelettriche. È il progetto autostradale che interessa il Veneto. Secondo il ricorso dei trentini, lo Stato vorrebbe imporre un’intesa sui tempi per l’approvazione del progetto. E quindi lederebbe le prerogative di autonomia della Provincia. I consiglieri della Lega non hanno partecipato al voto perché, pur non condividendo la posizione della maggioranza nel merito (il no alla Valdastico, che per loro sarebbe invece utile allo sviluppo turistico), sono d’accordo sulla necessità di difendere lo Statuto. Il presidente Lorenzo Dellai, prima del voto, ha denunciato un nuovo disegno centralista dello Stato.
Da Venezia è venuta la replica del governatore Luca Zaia. «Sono profondamente dispiaciuto per questo ricorso, tenuto conto che finora il Veneto è stato profondamente rispettoso della libertà del Trentino e delle sue prerogative». E ha aggiunto: «Ritengo di dover chiarire fin da subito che per il Veneto e i suoi cittadini non esiste alternativa rispetto a quest’opera che difenderemo in ogni luogo deputato».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui