Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Exploit della raccolta differenziata nel comune di martellago balzata al 74 per cento, una percentuale notevole tanto più per un territorio che non adotta il metodo porta a porta ma con i cassonetti stradali. Decisiva per il salto di qualità l’estensione a tutto il comune, da marzo, del sistema dei contenitori a calotta con l’apertura con la tessera magnetica, partito in precedenza solo a Maerne e ora operativo anche a Martellago e Olmo. Il nuovo sistema ha contrastato il fenomeno della migrazione dei rifiuti da altri comuni, ma ha portato anche alla riorganizzazione delle isole ecologiche, all’aumento dei cassonetti, alla razionalizzazione della raccolta e a una maggiore responsabilizzazione dei cittadini. I frutti si sono colti subito ma ora sono comprovati dai dati dei primi sei mesi di attuazione del nuovo metodo. Da marzo a settembre la differenziata ha raggiunto una percentuale media del 73,9%, laddove nel 2011, quando i cassonetti a calotta erano attivi solo in un terzo del territorio, si era al 63,2%: oltre dieci punti in più. Ma con ulteriori margini di miglioramento perché, dopo i primi mesi di assestamento, da giugno in poi la media supera sempre l’80%. Il Comune ringrazia i cittadini che hanno reso possibile questo risultato e la Veritas che gestisce il servizio. Ora però, a fronte di tale successo nella differenziata, la cittadinanza si aspetta un premio concreto, ossia una riduzione sulla tariffa d’igiene ambientale che invece, finora, ha continuato a subire rincari ogni anno. (N.Der.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui