Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Meolo, “No all’autostrada del mare”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

20

ott

2012

Il Pd pensa alle vie legali per bloccare l’iter dell’opera

MEOLO. Autostrada del Mare: il Partito Democratico medita il ricorso alle vie legali per fermare il contestato iter dell’opera. Intanto, in questi primi giorni di apertura del nuovo casello, fa discutere la sicurezza della rotatoria Caramel all’altezza dell’innesto dello svincolo sulla Treviso Mare. Già nei giorni precedenti all’apertura del casello il rondò era stato teatro di un grosso incidente.

Per il consigliere Giorgio Peloso c’è un problema di illuminazione e di segnaletica carente. «Soprattutto non presenta alcuna forma di dissuasori. Chiedo che si provveda prima che gli incidenti possano ripetersi», dice Peloso, «considero che su tutto il tratto della Treviso Mare che riguarda Meolo (e non solo) manchi la responsabilità di chi dovrebbe per prima vigilare sulle strade che passano sul suo territorio, ovvero l’amministrazione comunale. Auspico che ciò sia fatto in tempi molto brevi così da eliminare il rischio».

Quanto alla via del Mare, il Pd giudica incompatibile la realizzazione della superstrada a pedaggio con le aspettative del Comune che il casello porti sviluppo commerciale al territorio. «La futura privatizzazione della Treviso Mare renderà questa strada assolutamente impermeabile all’espansione economica e commerciale. Con la via del Mare diventeremo un territorio di passaggio», commenta il segretario Pd Giampiero Piovesan, «la Treviso Mare è una strada interconnessa coi territori e le economie locali, è impensabile chiuderla. Ci opporremo a questo scempio infrastrutturale e useremo l’arma legale per bloccare l’iter amministrativo. Siamo stati rassicurati che c’è lo spazio e il tempo per procedere con un ricorso». Ci sarebbe anche il rischio che gli automobilisti, per evitare il pedaggio, possano intasare la viabilità ordinaria. (g.mon.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui