Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRA. Aziende della zona scaricano quintali di detriti edili e materiali voluminosi a ridosso dell’area lagunare a Malcontenta in zona Moranzani. A fare questa scoperta è stata una squadra dei Rangers D’Italia. Parte del materiale inquinante è finito addirittura nel canale lagunare Bondante di Sotto. Gli autori di questi inquinamenti, secondo i Rangers, sono aziende o privati, che hanno compiuto lavori di riordino di una casa o residence e non hanno trovato di meglio che scaricare tutto a due passi dalla laguna. I Rangers chiedono al comune di Mira la bonifica.«Chiediamo», spiega Davide Formentello capodelegazione dei Rangers d’Italia di Venezia, «che il Comune di Mira ricollochi la rete di recinzione che è stata tagliata da ignoti per poter scaricare nell’area ogni tipo di materiale di risulta e che subito dopo parta la bonifica della zona». Altre aree in cui continuano gli sversamenti abusivi a Mira sono quelle sotto il ponte dell’idrovia sulla Romea a Dogaletto. (a.ab.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui