Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Terna ha comunicato che dal 10 dicembre inizieranno i lavori tra Dolo e Camin Comitati infuriati: «Pronta la battaglia legale». Domani incontro pubblico

DOLO. Saranno avviati il 10 dicembre i cantieri per la realizzazione dell’elettrodotto aereo da 380 kV Dolo – Camin. A comunicarlo è stata Terna tramite una lettera inviata a Regione, Province, Comuni e Arpav. E subito si preannuncia battaglia legale. Il progetto di Terna prevede la razionalizzazione delle rete elettrica tra Padova e Venezia con la costruzioni di nuove opere e la dismissione di altre linee. Sarà un elettrodotto aereo che passerà per Camponogara, Fossò, Stra, Vigonovo e Saonara, cui sono direttamente connessi alcuni interventi di modifica della linea esistente da 132 kV doppia terna Dolo –Piove di Sacco, le varianti aeree delle linee esistenti da 220 kV semplice terna Dolo – Camin, da 220 kv semplice terna Dolo – Scorzè e doppia terna da 132 kV Camin – Conselve/Rovigo. È prevista la demolizione di 2 tratti di linee 220 kv doppia terna, 4 tratti di linee 220 kv semplice terna, un tratto di linea 132 kv in doppia terna e 4 tratti di linee 132 kv semplice terna. Le aree di cantiere previste dal progetto sono state suddivise: Area Centrale (o campo base) che sarà situata nella zona industriale di Padova Est, aree di deposito temporaneo, area di lavoro per la tesatura dei conduttori, aree di micro-cantiere.

Dopo l’annuncio dell’inizio della cantierizzazione i Comitati ambiente e territorio (Cat) che chiedono l’interramento totale della tratta, preannunciano battaglia.

«Abbiamo dato mandato ai nostri legali», spiegano Adone Doni e Giorgio Martellato, portavoce dei Cat, «che intervengano affinché venga chiesto agli organi di giustizia amministrativa la sospensione dei lavori. Nonostante il Consiglio di Stato non si sia ancora pronunciato sui due appelli presentati da Cat e dai Comuni, e al Tar del Lazio sia ancora pendente un altro ricorso di un privato, Terna vuole proseguire non tenendo in considerazione le aspettative degli abitanti che si battono per l’interramento della linea».

Di elettrodotto si parlerà anche domani alle 19.45 nella sala polivalente del municipio di Vigonovo dove è in programma l’incontro pubblico “Elettrodotto: quale indennità ci spetta” promosso dall’associazione StraCivica e dal comune di Vigonovo. L’incontro, moderato dall’architetto Gianfranco Russian, vedrà come relatori gli avvocati Antonio Cimino, Alessandro Pizzato e Giorgia Baldan, e il dottor Diego Ballani.

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui