Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuove tariffe autostradali 2013

Posted by Opzione Zero in Comunicati Stampa | 6 Comments

2

gen

2013

Dal 1 gennaio 2013 sono in vigore i preannunciati aumenti sulle tariffe autostradali. Il Passante di Mestre con il 13,55% detiene il record.

Per il momento il pedaggio Dolo / Mirano – Padova Est è stato aumentato da 70 ad 80 centesimi e il pedaggio Mestre – Padova Est è passato da 2,90 a 3,20 euro. Rimane gratuito il tratto Dolo /Mirano – Mestre.

Quindi se dovessero equiparare il pedaggio del casello di Dolo / Mirano a quello di Mestre, pendolari e residenti si troverebbero a pagare un “salasso” maggiore di quanto inizialmente preventivato.

Secondo quanto riportato dall’articolo de La Nuova di Venezia e Mestre di oggi, la nostra protesta grazie alla vostra massiccia adesione ha contribuito a sospendere l’aumento:

” Con una lettera alla Regione, la concessionaria Cav ha chiesto di sospendere l’aumento per questo tratto per trovare una soluzione che vada incontro ai pendolari che hanno chiesto che la tratta Padova-Venezia non costi più di un euro.”

La battaglia è lunga e difficile perché finora si sono lette proposte con sconti attorno al 20 %. Con gli attuali 3,20 euro significherebbe pagare per Dolo / Mirano – Padova Este un pedaggio di 2,50 euro!

Continuiamo ad osservare l’evolversi della situazione e cercheremo di valutare quale possa essere l’iniziativa più efficace per poter contrastare aumenti del pedaggio assolutamente inaccettabili.

Cliccando qui potete leggere il comunicato che abbiamo inviato oggi alla stampa.

Vi consigliamo anche di guardare il servizio RAI TG3 sul sistema ferroviario SFMR che da 15 anni i pendolari stanno ancora aspettano che entri in funzione.
Cogliamo inoltre l’occasione per inviarvi i nostri auguri di Buon 2013!

 

  1. 6 Comments

    • Massimo says:

      L’aumento non va sospeso fino a marzo, ma per sempre !!! Anzi va portata avanti la riduzione del pedaggio a un euro. E’ assurdo che chi esce a Mestre debba pagare la quota del passante, che non utilizza neanche per un metro !!!!!!!

      • giovanna says:

        Massimo sono daccordo con te al 100%. Sono una pendolare Padova-Mestre. In un certo senso abbiamo usufruito dei benefici del passante perchè quando non c’era arrivare in tangenziale a mestre era un’inferno, ora è molto piu’ scorrevole. Ma ciò non giustifica comunque un aumento spropositato come quello proposto da Cav, nè sconti per i soli residenti di Mirano! Fare il tornello tutti i giorni è una rottura di scatole pazzesca, sarebbe molto piu’ comodo tirare dritto (io poi con due bambini piccoli ho il tempo contatissimo!) ma purtroppo è una necessità. Non posso permettermi di spendere piu’ di 120 euro al mese a fronte degli attuali 30…! Mi dispiace ogni giorno per chi è in coda al casello di Vetrego e cerco di alternarmi in modo da far passare piu’ persone possibili, ma pure chi ci contesta dovrebbe mettersi nei nostri panni! Purtroppo ormai è una guerra tra poveri…

    • Paolo says:

      Certo che noi veneziani siamo veramente dei grandissimi polli, dopo aver subito per 40 anni i miasmi della tangenziale, dopo che per 40 anni ci siamo accollati le 50 lire di aumento sui pedaggi dell’autostrada per pagarci la tangenziale, ora dobbiamo pagarci anche i costi del passante. Ecco un esempio di come siamo presi per il sedere. Mestre-Padova est 30 km €3.20, Mestre Treviso sud 20 km €3.10. Se confrontiamo con Padova est-Vicenza est 33 km €2 o con Treviso Nord-Conegliano 20 km € 1.30, comprendiamo benissimo da che parte stiano i furbetti. Evidentemente il nostro glorioso sindaco ed anche il nostro grande presidente di regione sono in ben altre faccende affaccendati. Ricordo solamente che il sindaco di Roma, al solo accenno che si sarebbe potuto istituire il pedaggio sul grande raccordo anulare, minacciò i andare di persona con il piccone ad abbattere i caselli. Ma evidentemente quì siamo più furbetti o forse più polentoni. Paolo Zampieri

    • Giuseppe says:

      Cari amici Pendolari Padova-Mestre,
      da quello che ho capito io, la CAV è COSTRETTA ad applicare una ALTISSIMA Tariffa Padova-Mestre, in quanto se applicasse quella prevista dal Tariffario chilometrico, e cioè all’incirca Euro 1,50, succederebbe che la TANGENZIALE DI MESTRE verrebbe di nuovo intasata per il fatto che tutti gli automobilisti e camionisti provenienti da Roma e da Milano preferirebbero risparmiare MOLTISSIMO passando per tale vecchia Tangenziale di Mestre invece di transitare per il COSTOSO Passante (per andare a Trieste, nei Paesi dell’Est, ecc).
      Ecco perché anch’io applicherei una Tariffa ELEVATA, se fossi il presidente della CAV!
      Ma io PERO’ farei anche una cosa in più, e cioè applicherei la giusta Tariffa chilometrica (all’incirca Euro 1,50) ai soli PENDOLARI Padova-Mestre, e sempre e solo ai PENDOLARI applicherei Euro 0,80 sulla tratta Mirano-Padova (com’è tuttora, cioè quella prevista dal Tariffario).
      E ora che sapete che la Tangenziale verrebbe DI NUOVO intasata se applicassero una Tariffa bassa come chiedete Voi, attendo una Vostra idea e/o soluzione la quale raggiunga i DUE seguenti obiettivi:
      1) Tariffa BASSA Padova-Mestre;
      2) NIENTE intasamento della Tangenziale di Mestre (con 20 chilometri di coda come avveniva prima della costruzione del Passante, durante le ferie o ponti Natalizi e Pasquali).
      Grazie per il Vostro suggerimento.
      Giuseppe

      • Paolo says:

        Basterebbe applicare al telepass la tariffa bassa per i residenti di Venezia e Padova, ne più e ne meno di quanto avviene ad esempio sui vaporetti. Perchè far pagare ad esempio ai residenti di Mestre, da qualsiasi parte si immettano in autostrada un tiket di 2€? Siamo veramente i più stupidi d’Italia? Evidentemente è più facile definirli furbetti ed aumentare in maniera indiscriminata a tutti le tariffe; in questa maniera i più penalizzati sono proprio coloro che in passato hanno già pagato a caro prezzo la tangenziale. Tutto questo naturalmente con la totale assenza del sindaco Orsoni, molto più attento ai preparativi del carnevale che ai veri problemi della terraferma

      • Giuseppe says:

        Caro Paolo,
        se tu applicassi la tariffa bassa SOLO ai Telepass, avresti milioni di automobilisti che protesterebbero, poiché essi sono proprio quelli che NON ce l’hanno, e sono tutti quei “primitivi del tempo dei dinosauri” che vedo in coda al Casello di Vetrego e che pagano ogni giorno in contanti, mentre io passo a fianco VOLANDO e dico a me stesso: “Ma perché migliaia di persone NON mettono il Telepass in auto visto che costa solo circa 20 Euro all’anno, compreso il servizio bancario?”.
        Pertanto io BOCCIO la tua proposta a causa di milioni di proteste.
        Ciao.
        Giuseppe

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui