Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

BASSANO – Inizieranno il prossimo 4 febbraio i lavori del secondo lotto della Superstrada Pedemontana Veneta. I nuovi cantieri saranno aperti nei comuni di Marostica, Nove, Bassano del Grappa e Rossano Veneto, tutti in provincia di Vicenza, a ridosso del Trevigiano. Prima dell’avvio dei lavori verranno verificate con i Comuni interessati le viabilità di cantiere. Si tratta di un lotto di 8,5 chilometri da realizzare come da progetto, mentre proseguono quelli del primo lotto (5,7 chilometri). Questi nuovi lavori costeranno circa 120 milioni di euro, utili anche a realizzare il nuovo ponte lungo 400 metri sul Brenta. Struttura che va ad affiancare l’attuale ponte sulla Gasparona. «Stiamo rispettando il crono programma dei lavori – dice il commissario straordinario, Silvano Vernizzi, riconfermato dal Governo per altri due anni nella sua carica – Questi cantieri daranno anche un minimo di impulso all’economia locale, in un momento poco favorevole». La Superstrada Pedemontana Veneta è lunga 98 chilometri e si sviluppa tra Montecchio Maggiore e Spresiano. Collegherà più velocemente le province di Vicenza e di Treviso. I lavori sono in corso di realizzazione da parte di un consorzio italo-spagnolo dove i soci di maggioranza sono l’impresa piemontese Dogliani. Secondo il cronoprogramma la superstrada dovrebbe essere completata entro il primo semestre del 2018. Sarà una superstrada a pedaggio, dove però i residenti di una trentina di comuni saranno esentati per dieci anni dal pagamento. Il progetto è realizzato in finanza di progetto.

link articolo

 

Superstrada Pedemontana, il 18 se ne parla a Trevignano

TREVIGNANO. Venerdì 18 gennaio, alle 20,30, si parlerà della Pedemontana Veneta a Casa Zanatta a Musano di Trevignano. Ci sarà l’eurodeputato Andrea Zannoni a parlare di questa opera il cui secondo stralcio sta per partire nel Vicentino e poi i cantieri faranno il loro “ingresso” nel territorio trevigiano.

Si tratta di un’opera contestata dagli ambientalisti, che volevano qualcosa di più permeabile al territorio anzichè una infrastruttura dalle caratteristiche autostradali, nonostante sia stata definita una superstrada a pedaggio. Nel Montebellunese le critiche sono concentrate soprattutto a Volpago, dove una parte dell’arteria sarà in rilevato, ma anche a Trevignano la contestazione dell’opera ha trovato parecchie adesioni. Tanto che proprio da questi due comuni e da alcuni comuni della castellana erano arrivate le adesioni ai ricorsi che erano stati presentati al Tar contro tale opera.

E il 18 gennaio tornerà dunque in primo piano proprio questa opera così discussa, nel corso della serata tutta dedicata alla superstrada Pedemontana Veneta, che si terrà a Casa Zanatta. (e. f.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui