Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Ok alla tangenziale salva Spinea

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

2

feb

2013

La Regione approva la Variante del collegamento tra Maerne e Asseggiano

La strada permetterà al traffico di bypassare il centro

ALTRE OPERE – Proseguono i lavori per l’ampliamento della provinciale tra la Fossa a via Rossignago e la costruzione della bretella tra le vie Martiri e Capitanio

IL SINDACO – Checchin:«Un risultato fondamentale»

«Si tratta di un risultato importante per la viabilità – afferma Silvano Checchin – consentirà una gestione dei flussi di traffico nuova».
La Regione Veneto ha approvato la Variante che consentirà la realizzazione della tangenziale nord, la strada che collegherà, lungo la ferrovia, la nuova rotatoria della stazione di Maerne ad Asseggiano. Si tratta dell’ultimo atto, da tempo atteso, che dovrebbe permettere a Spinea di affrontare in modo nuovo il problema del traffico. Con la nuova tangenziale nord, il cui cantiere è già aperto, sarà possibile raggiungere la rotonda di Maerne senza dover per forza attraversare il centro urbano di Spinea. «Si tratta di un risultato importante per la viabilità – afferma il sindaco Silvano Checchin – perché tale infrastruttura, in prospettiva, consentirà una gestione dei flussi di traffico completamente nuova, a vantaggio del centro storico e della vivibilità urbana, evitando così un’opera incompiuta che si fermava in via Frassinelli. L’obiettivo – prosegue Checchin – è quello di agganciare l’utilizzo della tangenziale nord ad uno studio approfondito dei flussi veicolari urbani, promuovendo una mobilità sostenibile in accordo con i dati raccolti e con la più ampia partecipazione dei cittadini».
La tangenziale nord non sarà, comunque, l’unico intervento che andrà a modificare la viabilità di Spinea. Parallelamente, proseguono anche i lavori per l’ampliamento della provinciale che unisce la rotonda della Fossa a via Rossignago, con la realizzazione di una terza corsia per accedere ai centri commerciali e di una ciclabile, e la costruzione della discussa bretella sud tra via Martiri e via Capitanio, a lungo ostacolata dai residenti. I tre interventi saranno contestuali e viaggeranno di pari passo, nonostante ci siano già da registrare alcuni mesi di ritardo sulla tabella di marcia. Il progetto viario, una volta completato, dovrebbe consentire uno scorrimento del traffico più fluido sulla trafficata camionabile, da e per Martellago, una maggior sicurezza per chi deve accedere alla zona commerciale lungo la provinciale e, soprattutto, permettere al centro di Spinea di venire bypassato dal traffico della Miranese.

Damiano Corò

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui