Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – “Grandi navi, progetti a confronto”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

7

feb

2013

VENEZIA Il Comitato No Grandi Navi chiede una discussione pubblica

IL TEMA Obiettivo avviare una discussione pubblica sulle soluzioni alternative a San Marco

Il comitato Laguna Bene Comune ha proposto una delibera ai capigruppo di Ca’ Farsetti

È del 1° marzo dell’anno scorso il decreto interministeriale che prevedeva l’estromissione delle navi superiori alle 40mila tonnellate dal Bacino di San Marco. Un provvedimento – sull’onda emozionale del naufragio della Costa Concordia – di fatto ancora non esecutivo “in attesa” che si profilino soluzioni alternative. Di proposte nel frattempo ne sono circolate parecchie, ma tutte fra gli addetti ai lavori. Il Comitato No Grandi Navi-Laguna Bene comune ha incontrato ieri mattina la conferenza dei capigruppo del consiglio comunale per presentare il testo di una delibera che vorrebbe fosse discussa nelle apposite commissioni: obiettivo avviare l’organizzazione di un confronto pubblico sulle idee progettuali, per far conoscere e e far partecipare la popolazione alla comparazione delle alternative. Ad oggi, secondo il Comitato, vengono prospettate lo scavo del canale Contorta Sant’Angelo proposto da Autorità portuale e la realizzazione di un nuovo terminal provvisorio a Porto Marghera caldeggiato dal sindaco.

«Progetti che nessuno conosce – dicono dal Comitato – in realtà ci sono anche altre proposte, come il progetto Perla di Cesare De Piccoli, il progetto di un porto crociere a Santa Maria del Mare proposto dallo stesso Paolo Costa e dal ministro dell’Ambiente Corrado Clini, l’idea di una Marittima 2 in cassa di Colmata A avanzata dalla Venezia Terminal Passeggeri per le navi da 350 metri che non potranno comunque arrivare in Marittima, l’ipotesi di un porto passeggeri a San Leonardo».

Il Comitato chiede con questa delibera una discussione pubblica anche in vista della redazione di un nuovo piano regolatore Portuale “che è l’unico vero strumento di legge che il Comune ha per difendere l’ambiente” con scadenze certe. Nel frattempo in questi giorni il Comitato partecipa in America a un convegno sui problemi del crocerismo nelle antiche città portuali storiche organizzato dal World Monuments Fund, una delle massime organizzazioni protezionistiche statunitensi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui