Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

IL DIBATTITO

La posizione del presidente del Veneto Luca Zaia e dell’Anci sui ricorsi al Tar è fuori luogo secondo Sergio Reolon, consigliere regionale del Pd ed ex presidente della Provincia di Belluno:

«Zaia dice che l’80% dei ricorsi viene bocciato, ma questo significa che un ricorso su cinque viene accolto, quindi ci sono stati abusi: mi sembra una percentuale altissima».

Da quando sono stati aboliti i comitati di controllo, spiega Reolon, ai cittadini resta solo il Tar per tutelarsi contro abusi e soprusi.

«Comuni, Province e Regioni anche nel caso di approvazione di una delibera illegittima hanno la quasi assoluta certezza che il cittadino non tirerà fuori i soldi per il ricorso, perché è costoso. E sanno inoltre che prima che arrivi il pronunciamento sul ricorso passano almeno 10 anni».

La questione, secondo il consigliere regionale, va affrontata:

«Io non sono mai stato favorevole ai comitati di controllo, ma non sono stati sostituiti da nulla e oggi il cittadino si trova praticamente a mani nude».

mg

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui