Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Grandi opere: per chi?  I trucchi della finanza per indebitare in modo occulto le prossime generazioni. Come il denaro pubblico viene dirottato verso i mercati finanziari, a scapito di ospedali, scuole, enti locali e messa in sicurezza dei territori. Come la finanza sta uccidendo la democrazia.

Programma:

ore 8.30 saluto ed introduzione ai lavori

ore 8.45 PROLOGO – Pierpaolo Collarin, Banca Etica, Coordinatore G.I.T. di Belluno: “Il debito sovrano d’Italia. Come è nato il debito che ci strozza, chi ci guadagna e come uscirci.”

Presentazione del dossier sul debito pubblico predisposto dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo

ore 9.30 discussione

ore 9.50 pausa caffè, con prodotti del commercio equo e solidale offerti dalla Cooperativa Samarcanda

ore 10.00 CONVEGNO

relatori

▪ GIORGIO PIZZIOLO docente ordinario di Analisi e pianificazione territoriale presso la Facoltà di

Architettura, Università degli Studi di Firenze

▪ ELENA GEREBIZZA campaigner energia per l’Associazione Re:Common (Roma), impegnata in

campagne pubbliche per fermare l’avanzata dei mercati finanziari nell’ambito della gestione delle risorse naturali

moderatore PIERPAOLO COLLARIN Banca Etica, Coordinatore G.I.T. di Belluno

ingresso libero

L’iniziativa è del Comitato Per Altre Strade Dolomiti GIT Belluno Banca Etica Samarcanda Commercio Equo GAS “El Ceston” Ass.Culturale

con il patrocinio

MAGNIFICO COMUNE DI PIEVE DI CADORE Città Veneta della Cultura – Anno 2004

COMUNE DI PONTE NELLE ALPI primo Comune riciclone d’Italia 2010, 2011 e 2012

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui