Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

SANTA LUCIA DI PIAVE –

«È opportuno che un governo dimissionario, in carica solo per il disbrigo degli affari correnti, sospenda decisioni così importanti e così contestate sul territorio come il via libera al casello sulla A27 di Santa Lucia di Piave».

A sostenerlo è Laura Puppato, senatrice del Pd, che in un’interpellanza al governo e ai ministri alle infrastrutture e all’ambiente si chiede se le ripetute bocciature da parte della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici del Veneto e del Ministero dei beni culturali, bypassate solo grazie ricorso alla Presidenza del consiglio per invalidare il precedente parere negativo, non siano ragioni sufficienti per rinviare ogni scelta definitiva.

«Anche l’accoglimento solo parziale delle prescrizioni della Soprintendenza dovrebbe indurre il governo a soprassedere rispetto a ogni decisione. Non sono venute meno le preoccupazioni circa un’opera molto impattante per il territorio e che costituisce uno sperpero di denaro pubblico. Infatti -conclude Puppato- l’area interessata dal nuovo casello non è caratterizzata da forti insediamenti di carattere industriale o commerciale tali da rendere indispensabile un ulteriore accesso alla rete autostradale, né l’attuale stato di crisi generale lascia presupporre una futura espansione del traffico».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui