Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

TREVISO – Fra Treviso e Monaco di Baviera è più probabile che venga realizzata una pista ciclabile che non un’autostrada. Per la prima, almeno, ci sono a disposizione dei fondi europei. Mentre per la seconda non ci sono che buone intenzioni. Da decenni, ormai. La Provincia, però, ci crede ancora. E non può essere altrimenti, visto che il presidente Muraro è anche a capo della società per l’autostrada Alemagna spa, sorta in seno alla Regione proprio per promuovere la costruzione dell’arteria tra Venezia e la città tedesca. Al momento, però, tutto è ancora fermo solo sulla carta. Come il bilancio della società che l’assessore provinciale alle Finanze, Noemi Zanette, discuterà al Sant’Artemio il 19 giugno.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui