Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VOLPAGO – (g.m.) Domani alle 21 all’auditorium della biblioteca comunale di Volpago è in programma l’assemblea promossa dal Comitato VolpagoAmbiente, in collaborazione con il coordinamento comitati del territorio interessato dal progetto della linea da 380 kv Scorzè-Volpago e della stazione elettrica di trasformazione di Volpago. All’assemblea sono stati invitati tutti i sindaci dei comuni interessati, amministratori regionali e nazionali. Saranno presenti anche esponenti dei comitati friulani, della Riviera del Brenta e bellunesi, a loro volta interessati al passaggio delle linee 380 kv di Terna Spa.

«L’incontro – spiegano i referenti di VolpagoAmbiente – è un momento di informazione e scambio tra cittadini, sindaci e rappresentanti politici, in una fase in cui Terna usa toni da ultimatum dopo anni di concertazione che non hanno prodotto nessun accordo. Accordi che avrebbero spianato la strada al progetto e tolto la responsabilità della scelta all’unico ente che deve prendere le decisioni in merito: la Regione Veneto».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui