Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Estromissione delle grandi navi dal Bacino di San Marco, il sindaco Giorgio Orsoni apre anche al progetto di Cesare De Piccoli per un nuovo terminal crocieristico a Punta Sabbioni, in Adriatico, in alternativa alla sua proposta di trasferire le grandi navi a Porto Marghera, che illustrerà anche nei prossimi giorni a Ca’ Farsetti.

La novità è nella risposta che lo stesso Orsoni ha ieri dato in Consiglio comunale all’interrogazione dei consiglieri comunali della Lista “in comune” Giuseppe Caccia e Camilla Seibezzi che, dopo gli incidenti avvenuti all’isola del Giglio e a Genova, chiedeva la convocazione del Comitatone per l’applicazione del decreto Clini-Passera per l’estromissione delle navi di stazza superiore alle 40 mila tonnellate.

«Il 25 luglio – ricorda Orsoni – è convocato un incontro delle parti al Ministero delle Infrastrutture. Il decreto Clini-Passera, a meno di una sua modifica o abrogazione, deve essere ottemperato: l’adempimento comporta come unica soluzione percorribile e in tempi brevi quella di un nuovo terminal passeggeri a Marghera.

A tale ipotesi sono contrari il Presidente dell’Autorità Portuale e i Sindacati che sostengono l’ipotesi del nuovo canale Contorta Sant’Angelo. Ciò comporterebbe uno scavo di dieci metri rispetto agli attuali e allargato fino ai duecento, con ripercussioni immaginabili sull’eco sistema idraulico.

Anche una previsione a Punta Sabbioni, proposta da Cesare De Piccoli può costituire una alternativa per saltare il Bacino di San Marco e la Giudecca. Il tutto sarà oggetto di valutazioni nella commissione del 10 luglio prossimo dove le parti comunicheranno le rispettive posizioni e l’eventuale concordanza per una soluzione condivisa».

 

(e.t.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui