Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO. «A distanza di un anno e trascorsa ormai un’altra estate vorremmo sapere come si sta procedendo nell’ipotesi di chiusura domenicale al traffico veicolare da Stra a Mira lungo la cosiddetta strada bassa. I cartelli che la indicano rimangono ancora celati sotto teli modello sacco della spazzatura».

A chiederlo è Giorgio Gei, consigliere comunale de “Il Ponte del Dolo”, rifacendosi al progetto che prevedeva la chiusura della strada “bassa” che costeggia la riva destra del Naviglio. Il consigliere, che ha presentato tre interrogazioni riguardanti la viabilità d altrettante aree di Dolo, segnala poi la situazione di via Brentabassa.

«Alcuni residenti hanno segnalato lungo la strada un aumento del traffico, spesso accompagnato dal mancato rispetto dei limiti di velocità. Dato che la strada è percorsa anche dagli studenti dell’Enaip, perché non si è ritenuto necessario collocare dei dissuasori di velocità nella curva di Villa Angeli?».

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui