Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Dolo “Troppo silenzio sull’ospedale”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

29

ott

2013

DOLO – Zen: «Dove sono i sindaci che protestarono con noi?»

DOLO – Il silenzio che accompagna l’attesa del pronunciamento della Giunta Regionale sul futuro dell’ospedale di Dolo preoccupa chi come Emilio Zen ha organizzato la manifestazione di protesta del 5 ottobre scorso ed è coordinatore del gruppo consiliare “Il Ponte”.

«La significativa manifestazione popolare in difesa dell’ospedale di Dolo e dell’Asl 13, contro il disegno delle schede ospedaliere penalizzanti per Dolo, doveva essere tappa fondamentale di un percorso, non la fine. A monte c’erano l’impegno del comitato Marcato, di gruppi sociali e politici. C’erano ordini del giorno congruenti dei Consigli Comunali, iniziative di sensibilizzazione».

E a valle? «Una lettera dignitosa del Sindaco di Dolo che ribadisce i punti fondamentali, una presa di posizione severa sulla nuova gestione dell’Asl 13 da parte del consigliere regionale Pettenò. Altro non conosco».

Zen critica: «Non sento l’eco delle voci dei sindaci, in testa al corteo del 5 ottobre con le loro fasce tricolori, non vedo il coinvolgimento dei consigli comunali, non leggo di loro azioni nei confronti della Regione per una rivisitazione delle scelte operate. E tutte quelle bandiere che sventolavano? Ammainate? Spero di no, perché se la manifestazione del 5 ottobre dovesse risultare un’uscita estemporanea, i cittadini presenti alla prossima occasione non ci sarebbero più, girando le spalle ad amministratori e politici solo alla ricerca di palcoscenici e riflettori».

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui