Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

VILLA DEI LEONI – Anche uno speciale “tributo” al teatro di Mira

MIRA – Marco Paolini nello straordinario ruolo di “accompagnatore teatrale” di Lorenzo Monguzzi apre domani domenica, alle 21, la rassegna teatrale in Villa dei Leoni.

Mentre nel pomeriggio, alle 18, uno speciale “tributo al teatro di Mira” ripercorrerà le tappe più importanti della sua storia dall’inaugurazione, nel 1988, con il cantautore Gualtiero Bertelli (allora assessore alla Cultura) passando per Giuseppe Bovo (già capo del servizio cultura del Comune di Mira), fino all’attuale vicesindaco e assessore alla Cultura di Mira, Nicola Crivellaro.

A traghettare spettatori e protagonisti in 26 anni di storia ci sarà Giambattista Marchetto, giornalista e critico teatrale.

I ritardi e le incertezze sull’avvio della rassegna, dopo la cessazione della convenzione tra Comune di Mira e la Piccionaia I Carrara, che gestiva da un decennio il teatro, lo scorso giugno e che ne aveva fatto temere la chiusura, ha di fatto consentito la disponibilità di alcuni posti in abbonamento oltre a carnet e biglietti singoli. Nonostante ciò il cartellone è degno di nota, oltre a Paolini e Monguzzi si alterneranno fino ad aprile attori di fama come Patricia Zanco, Giuseppe Battiston, Tindaro Granata e Filippo Nigro fino a giovani emergenti come il Collettivo Internoenki. Si inizia domenica con una serata di musica e canzoni, parole e piccole storie che nasce dalla complicità artistica che lega Paolin e Monguzzi da anni e che si risolve nello spettacolo «Song n.14» insieme ad una «piccola orchestra variabile».

Info www.teatrovilladeileoni.it.

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui