Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

 

I dati medici dicono che siamo troppo pigri e poco propensi anche a passeggiare

Gli esperti: «Camminate almeno tre ore la settimana». Domani esami gratis

NOALE. Il 20 per cento degli over 50 nell’Asl 13 presenta anomalie ai valori esaminati, come la pressione, il colesterolo, la glicemia e l’obesità. Il dato arriva dal presidente dell’associazione Cuore amico di Mirano, Nicolò Cammarata nel corso della presentazione de «La giornata del cuore» in programma domani a Noale, voluta dall’Asl 13, dal Comune e da Dipartimento di cardiologia. Il numero è riferito a 3 mila pazienti che ogni anno si sottopongono a dei controlli e non è molto incoraggiante se pensiamo che sono 600.

Ogni anno in Italia, circa 60 mila persone muoiono per un arresto cardiaco, uno ogni 1.000 abitanti. Se trasferiamo il dato al bacino dell’Asl 13, i decessi sono 270. Sempre a livello nazionale, il rischio di morte improvvisa per un atleta va da 1 a 4 ogni 100 mila se giovane, da 2 a 8 se ha un’età superiore ai 35 anni.

«Si dovrebbero camminare tre ore la settimana» spiega Donatella Noventa di Medicina dello sport di Noale «spalmate in più giorni. Si fa poco esercizio fisico ma farne di più aiuta a vivere più a lungo e in modo autonomo».

Dunque fare sport, camminare, avere una sana alimentazione è importante per prevenire le malattie cardiovascolari e l’iniziativa di domani vuole dare dei messaggi educativi a giovani e adulti. Domattina, dalle 9 alle 12 nella sala convegni dell’ospedale, i cittadini potranno misurare, gratis, i livelli di glicemia, colesterolo, peso, altezza, circonferenza vita e pressione arteriosa e subito potranno confrontarsi con un medico. Se desiderano potranno avere del materiale educativo sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari. I ragazzi delle seconde medie faranno l’elettrocardiogramma, con la consegna del referto e la spiegazione dell’esame.

«Apriamo le strutture ai cittadini» osserva il sindaco di Noale Michele Celeghin «per un appuntamento a cui crediamo e rivolto a prevenire le malattie cardiovascolari» Alle 16, sempre in sala convegni, ci sarà un convegno dal titolo «Prevenzione della morte improvvisa durante l’attività sportiva», dove ci saranno il direttore generale dell’Asl 13 Gino Gumirato, esperti del settore e i sindaci di Noale (Celeghin) e Mirano (Maria Rosa Pavanello).

«Chi ha problemi cardiologici» dice Franco Giada del Dipartimento di fisiopatologia cardiovascolare dell’Asl 13 «o presenta altri fattori di rischio, è meglio che si rivolga al proprio medico prima di iniziare a fare sport».

Alessandro Ragazzo

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui