Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Sconti ai pendolari. Si’ di Autovie Venete.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

15

feb

2014

IL CDA APPROVA LA CONVENZIONE

TRIESTE – Il Consiglio d’amministrazione di Autovie Venete ha approvato la bozza di convenzione tra Aiscat (la società che riunisce le concessionarie) e il ministero dei Trasporti che regolamenterà gli sconti ai pendolari dell’autostrada.

«Siamo pronti ad attivare queste misure appena la convenzione sarà sottoscritta», fa sapere il presidente Emilio Terpin – per essere così pronti ad attivare le misure non appena la convenzione sarà sottoscritta».

Le agevolazioni, operative a ritroso dal 1° febbraio 2014, dureranno fino al 31 dicembre 2015: il mezzo dovrà appartenere alla classe A (autovetture) ed essere dotata di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche). Gli utenti interessati potranno registrarsi in due modi: sul sito www.telepass.it che avrà uno spazio dedicato allo sconto pendolari, oppure recandosi nei Punti Blu e Centri assistenza clienti delle concessionarie.

Confermata la lunghezza massima della tratta, 50 chilometri compresi fra due stazioni predefinite, e la percentuale di sconto, che sarà proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza (è cioè identica per chi fa pochi chilometri e per chi ne percorre molti. Gli sconti, come più volte ribadito si applicheranno a partire dal 21° transito (1% del pedaggio complessivo che crescerà a 2% per 22 transiti effettuati, 3% per 23 transiti e così via) fino al 20% del pedaggio complessivo dopo il 40° transito.

Essendo i giorni lavorativi in un mese al massimo 23, lo sconto varrà fino a 46 transiti, mentre per quelli successivi si pagherà la tariffa intera.

Lo sconto, che sarà applicato per un massimo di due viaggi al giorno, compresi i festivi, non è però cumulabile con altre agevolazioni.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui