Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

CALCROCI – Passa la variante urbanistica di Calcroci in un affollato Consiglio comunale che si è tenuto a Camponogara l’altra sera.

A protestare contro la giunta guidata dal sindaco uscente Giampietro Menin (Pd) c’erano circa un centinaio di persone che appoggiavano le mozioni delle opposizioni che chiedevano la sospensione della variante.

Nella variante al Piano degli Interventi c’è un accordo per via 8 Marzo prevede: cessione al privato richiedente cubatura per circa 5000 metri cubi (2 condomini) in cambio di una rotonda che verrebbe realizzata in Via Nuova, strada di competenza provinciale.

Le conseguenze di questo accordo sono per i comitati: “una mega cementificazione, eliminazione dell’area verde destinata a parco, costi a carico della collettività per servizi futuri, nessun miglioramento ai problemi esistenti”.

La maggioranza con il sindaco Menin però ha tirato dritto e ha approvato la variante. «Si trattava», dice Menin, «di un atto dovuto per mettere in sicurezza la viabilità della zona».

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui