Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Per ridurre il numero dei trattamenti c’è un terminale Gps i tecnici segnaleranno in tempo reale le minacce ai vigneti

CONEGLIANO. Sui colli del Conegliano Valdobbiadene vigila il satellite anti-pesticidi. L’ultima innovazione messa in campo dal Consorzio di Tutela Prosecco Docg, per ridurre e circoscrivere il numero dei trattamenti, è un terminale Gps (che sfrutta la stessa tecnologia satellitare dei comuni navigatori) in dotazione ai suoi tecnici. Che, durante i sopralluoghi sui vigneti, potranno comunicare a Comuni e agricoltori, in tempo reale o quasi, il rischio di insorgenza di malattie, lo stato vegetativo del vigneto, le possibili minacce degli insetti, con una precisione assoluta circa la localizzazione delle minacce.

Informazioni che finiranno sul bollettino del Consorzio, e limiteranno le aree da trattare: «Se prima i bollettino valeva per 6 mila ettari di denominazione» spiega il tecnico Filippo Taglietti «ora posso circoscrivere le informazioni, mettiamo, a 200 ettari». Un esempio: i tecnici potranno riscontrare l’insorgenza della peronospora in pochi, precisi vigneto di Collalbrigo, e anziché lanciare l’allarme per tutto il Coneglianese, potranno (grazie alla mappatura satellitare) limitare il consiglio di effettuare i trattamenti alle sole viti in questione, condividendo le varie rilevazioni in rete. «Avremo a disposizione due terminali Gps» spiega Taglietti «con i quali possiamo registrare il punto in cui ci troviamo, l’orario, e cosa vediamo. Per esempio quanto è lungo il germoglio, quante foglie ha, che rischi ci possono essere. I dati vengono caricati sulla mappa dal satellite, e sono a disposizione di tutti. Ho una foto in tempo reale della singola zona, e posso avvisare i viticoltori. Conoscendo il punto preciso dell’insorgenza di una malattia, o di una qualsiasi minaccia, la difesa integrata diventa più limitata, e localizzata». Con un minor utilizzo di prodotti fitosanitari. Per spiegare queste e altre innovazioni “green” della denominazione, il Consorzio di Tutela ha messo a disposizione degli agricoltori lo Sportello Viticolo (raggiungibile al 3895220220).

Sarà caratterizzato dalla presenza di giovani diplomati e laureati con il compito di visitare, giorno dopo giorno, i vigneti della Docg, e rispondere ai quesiti tecnico viticoli e a tutte le perplessità dei viticoltori. Il Protocollo Viticolo 2014 sarà quindi sempre più ecosostenibile: messi al bando i prodotti fitosanitari di classe “molto tossico”, “tossico” e “nocivo”, compresi quelli a base di Mancozeb e Folpet .

Andrea De Polo

link articolo

 

il divieto

Stop all’elicottero con i fitofarmaci

FOLLINA. Anche Follina stoppa l’elicottero dei pesticidi. Il consiglio comunale ha approvato la delibera proposta dal sindaco Renzo Tonin, per il divieto (senza deroghe) di utilizzare il mezzo aereo per i trattamenti fitosanitari all’interno del territorio comunale. È il secondo Comune, dopo quello di Tarzo, che quest’anno vieta i trattamenti “dal cielo”. «L’anno scorso erano ancora ammessi» spiega il sindaco Tonin «avevamo solo prescritto una certa distanza dalle abitazioni. Quest’anno sono vietati su tutto il suolo comunale, e non ci sarà alcuna deroga». Anche negli altri Comuni della Docg Prosecco i trattamenti con l’elicottero sarebbero formalmente vietati,maogni anno sono autorizzati da una deroga della Regione.

(a.d.p.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui