Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRANO – Da Barak Obama a David Cameron, dalla Casa Bianca a Downing Street. Un nuovo incarico, a titolo gratuito ma comunque di grande prestigio, è arrivato per il direttore generale dell’Ulss 13 Gino Gumirato. Dopo esser stato chiamato tra il 2009 e il 2010 dal governo americano per contribuire con altri esperti internazionali alla riforma della sanità americana, da quest’anno Gumirato opera anche come consulente del governo britannico per una grossa operazione di spending review che dovrà portare a tagliare 70 miliardi di euro sulla sanità senza diminuire l’efficienza dei servizi. Gumirato è stato contattato direttamente dal Ministero del Tesoro inglese e ha ricevuto il via libera da parte del Governatore Luca Zaia. Circa una volta al mese l’attuale direttore generale dell’Ulss 13, che conta un’esperienza ventennale in ambito manageriale-sanitario, vola oltremanica. Da Mirano a Londra, dunque, per sedersi al tavolo tecnico con un gruppo di lavoro composto da un’area medica e un’area manageriale, con cui Gumirato si rapporta per valutare l’impatto economico delle varie proposte di taglio.

(g.pip.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui