Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

FUSINA – A pochi giorni dall’apertura del nuovo terminal per i traghetti a Fusina, alcuni consiglieri della Municipalità di Marghera puntano il dito sulla mancanza di sicurezza per la viabilità di accesso alle banchine d’imbarco e sbarco. In particolare l’incrocio di via dell’Elettronica con via Malcontenta – secondo il consigliere di maggioranza Antonio De Dea – è «inadeguato a gestire l’inteso passaggio di camion ». In proposito, nei giorni scorsi il presidente della Municipalità, Flavio dal Corso, aveva dichiarato: «L’Autorità Portuale e la Provincia debbono fare in fretta. Ora che il nuovo terminal di Fusina è entrato in attività con l’attracco della primanave, è importante che siano realizzate le opere viarie collegate e previste: il raddoppio di via dell’Elettronica a servizio del Porto non basta, va realizzato in dodici mesi lo svincolo di via Malcontenta». Il portavoce della delegazione di Zona Dario Giglio e il vicepresidente della Municipalità Bruno Polesel , hanno chiesto un incontro urgente con il Comune e l’assessore ai lavori pubblici per completare rapidamente le previste pere di viabilità complementare legate all’approvazione dell’Accordo per il Vallone Moranzani. Come se non bastasse, con il ritorno del beltempoe i giardini a ridosso del Terminal di Fusina sono stati presi d’assalto residenti sia da Marghera che dalla Riviera del Brenta, in vena di prendere un po’ di sole, tra i quali sono scoppiate liti per le auto in sosta in doppia e tripla fila. Liti anche a causa anche di chi le lascia li tutta la giornata e va in battello agli Alberoni. «La Municipalità di Marghera – assicura il delegato ai Lavori Pubblici, Valdino Marangon – è intenzionata ad intervenire per evitare che la situazione degeneri».

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui