Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Dolo. “Ostaggi della nuova rotatoria”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

27

lug

2014

DOLO – Insorgono le duecento famiglie residenti nella zona di Ca’ Tron

«Così spariranno i percorsi ciclopedonali e la strada diventerà a rischio»

Il problema della nuova rotatoria sulla Brentana che collega il raccordo con Roncoduro ed il quartiere Ormenese di via Velluti dove si trovano gli istituti superiori dolesi, è al centro delle preoccupazioni non solo dell’Actv ma soprattutto dei residenti a causa della mancanza di un percorso ciclopedonale. Le circa 200 famiglie, infatti, hanno scritto nelle scorse settimane all’amministrazione comunale dolese per segnalare il problema.
E il sindaco Gottardo ha subito risposto: «Il problema è noto da tempo a questa Amministrazione, numerosi sono state le sollecitazione per gli incontri con i tecnici di Veneto Strade. In data 21 maggio 2013 sono state formalizzate per iscritto le nostre richieste di rivedere, per quanto possibile, le scelte progettuali per quanto riguarda i percorsi ciclopedonali ma Veneto Strade non le ha accolte per l’impossibilità di reperire le risorse finanziarie necessarie. I percorsi ciclopedonali attualmente possibili sono unicamente quelli che prevedono il passaggio per via Meloni ed il nuovo sottopasso».
Una comunicazione è stata inoltrata all’ufficio dei lavori pubblici dai cittadini. «Proponiamo queste soluzioni: dei semafori pedonali alle uscite della rotatoria mantenendo l’attuale pista ciclabile. Predisporre la fermata dell’autobus per l’arco dell’intera giornata alla fine della via Velluti dove ci sono le scuole; è impensabile che i ragazzi raggiungano il sottopasso che dista una ventina di minuti a piedi tra le scuole e la fermata. A settembre vi troverete con un sacco di ragazzi che attraverseranno la rotatoria. Poi fare delle varianti in corso d’opera»
Altri hanno sottolineato che «non possiamo fare un chilometro e mezzo per raggiungere la fermata ACTV sulla Brentana dovendo attraversare un sottopasso in zona isolata, Non è consigliabile farlo al mattino presto o di sera. Ora, se non si provvede ad un nuovo percorso pedonale breve per il raggiungimento della fermata dell’autobus per Venezia-Padova, la comodità viene meno e di conseguenza gli immobili perderanno valore di mercato con conseguenze gravose da parte dei proprietari».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui